La tv al servizio del cittadino: la televisione di stato e la pay tv unite contro il COVID-19

Il 3 gennaio 1954 nelle case degli italiani si accese per la prima volta il piccolo schermo con un palinsesto targato RAI.
Da quel giorno la RAI non hai mai abbandonato le case degli italiani, condividendo con loro sia momenti felici che momenti spiacevoli.
Una testimonianza di questa presenza costante la si sta vivendo in questo periodo, in cui l’Italia e il mondo intero sono stati messi in ginocchio dal COVID-19.

Continua a leggere “La tv al servizio del cittadino: la televisione di stato e la pay tv unite contro il COVID-19”

Smart working e solidarietà digitale: tecnologia come antidoto al virus

In una situazione difficile come questa che il paese sta affrontando, l’importante è garantire a tutti i cittadini la possibilità di continuare, per quel che si può, a vivere la propria vita. La diffusione del coronavirus e l’emergenza sanitaria che ne è conseguita ha, però, stravolto la vita di tutti gli italiani. Inevitabile, data la situazione del tutto nuova e sconosciuta con la quale noi stiamo facendo i conti per la prima volta. Noi esseri umani capiamo il mondo, ci rapportiamo con esso creando delle convenzioni, dei gesti ripetibili per determinate situazioni, abbiamo le nostre zone di comfort, che in questo momento storico, però, sono cambiate, sono state manomesse da un virus che avevamo sottovalutato e che ora è esploso in tutta la sua potenza. In un clima del genere tuttavia ci vengono in soccorso i social e internet. Che, seppur parzialmente, ci aiutano a rimanere in contatto nonostante la distanza forzata. Come LinkedIn, ad esempio. LinkedIn è una piattaforma social che conta più di 600 milioni di utenti e che è impiegato principalmente nello sviluppo di contatti professionali e nella diffusione di contenuti specifici relativi al mercato del lavoro. Un servizio web che in questi giorni è stato utilizzato sia per lanciare messaggi di solidarietà sia per promuovere iniziative di grande impatto come quelle dedicate alla solidarietà digitale e allo smart working.Diverse sono, inoltre, le aziende che su LinkedIn hanno promosso iniziative relative allo smart working, un termine sconosciuto fino a qualche mese fa e con il quale abbiamo ormai familiarizzato bene in questi giorni. Sostanzialmente smart working vuol dire poter lavorare senza mettere a rischio, in piena emergenza sanitaria a causa del coronavirus, la propria salute e quella degli altri. Ovvero conciliare tempi di vita, di lavoro e al contempo contribuire alla crescita della produttività. Lavorare da casa? Essenzialmente sì.

Partendo dallo smart working vediamo nascere in soccorso ad esso la solidarietà digitale. La solidarietà digitale è un’iniziativa lanciata dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione ed Agenzia per l’Italia digitale(Agid) ed è una collaborazione che comprende sia la sfera pubblica che quella privata per supportare in modo concreto il paese e i cittadini e limitare il più possibile i disagi che derivano dalle restrizioni e decreti creati per fronteggiare il virus. L’Agid, ha, tra l’altro, pubblicato un vademecum per lavorare on line in sicurezza. 

Il Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione spiega che il loro scopo è quello di “utilizzare la tecnologia per risolvere le problematiche della società”, dato che per loro “la digitalizzazione può davvero migliorare la vita delle persone.”

Sono state molte le aziende pubbliche e private che hanno deciso di aderire a questa iniziativa.

In questo clima di difficoltà è, infatti, lo stesso Governo a promuovere iniziative per lo sviluppo dello smart working e a supportare servizi digitali gratuiti per lavorare da remoto. 

Un esempio può essere il Gruppo Mondadori che ha deciso di dare il proprio contributo: a tutela della salute delle persone e di tutto il paese, le librerie Mondadori sono state chiuse, ma solo fisicamente. I lettori e tutti coloro i quali ne avranno necessità potranno infatti raggiungere il sito e commerce online, permettendo così ai dipendenti di continuare appunto a lavorare in modalità smart working. Inoltre la Mondadori è vicina anche al mondo scolastico e alla didattica digitale, mettendo a disposizione l’intero patrimonio digitale per rendere possibile ed agevolare le lezioni a distanza. Un ambiente digitale aperto, costantemente aggiornato, nel quale consultare e scaricare liberamente, senza alcuna registrazione.

Con le restrizioni dovute all’emergenza di queste settimane è notevolmente cresciuta la richiesta di smart working in Italia, come testimoniato dai dati pubblicati da Var Group, uno dei servizi più importanti nell’ambito della digitalizzazione e dell’innovazione del lavoro a livello nazionale e non. Nella prima settimana dall’estensione della zona di contenimento a tutto il territorio italiano,”Var Group registra un boom di richieste:

 • +60%: incremento delle richieste di consulenza per l’implementazione sicura dei collegamenti da remoto e accesso sicuro alle reti aziendali in smart working;

 • +70%: incremento delle richieste per il supporto e l’implementazione di soluzioni di collaboration

• +48% : richiesta di dispositivi mobili

Le richieste hanno riguardato trasversalmente tutti i settori.”

I dati registrati da Var Group parlano chiaro: c’è stato un boom di richieste di consulenze e supporto digitale, un chiaro segnale di come tutte le aziende abbiano cercato di porre rimedio ad un problema inatteso. 

Molto virtuoso è il caso di Connexia, una delle aziende di marketing e consulenza pubblicitaria più importanti ad essere attive su LinkedIn e che nell’elenco stilato dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione si ritrova tra le prime 10 realtà aderenti al progetto di Solidarietà Digitale, al fianco di colossi del web come Amazon, Google, Fastweb e Cisco. Connexia ha messo a disposizione, a titolo gratuito e per tutte le realtà che lo hanno chiesto e lo stanno chiedendo, le licenze per l’utilizzo della piattaforma Cisco Webex, uno strumento che consente, in maniera semplice e agevole, la collaborazione a distanza. In una interessante intervista per il portale engage.it ne ne ha parlato a lungo il CEO di Connexia, Paolo D’Ammassa.

Tra le aziende che più di tutte si stanno distinguendo in tale settore c’è Eni, che su LinkedIn conta quasi 900.000 follower. La crisi che sta imperversando in Italia ha costretto aziende e dipendenti a trovare alternative valide al consueto e classico metodo di lavoro, che sia in fabbrica o in ufficio. Lo smart working, o lavoro da remoto, potrebbe rappresentare il punto di partenza dal quale ricostruire il nostro Paese. 

Oltre ad essere in soccorso dello smart working, la solidarietà digitale non si ferma al mondo del lavoro o a quello scolastico, ma continua e si va ampliando anche nel mondo dell’intrattenimento, proprio per aiutarci ad affrontare al meglio questa nuova realtà in cui stiamo vivendo. 

La Vodafone, come la Tim hanno deciso infatti di regalare giga illimitati a tutti i loro clienti, sia a sostegno di una probabile attività di smart working, piuttosto che una di didattica a distanza o perché no per navigare in internet senza limiti e senza preoccuparsi di rimanere a corto di giga in un momento in cui il mondo del web ora più che mai è a nostro sostegno, permettendoci di sentirci meno distanti.

La solidarietà digitale ha infatti permesso a tutti noi di sentirci meno soli, ci sta dimostrando quanto è importante il mondo virtuale e quanti benefici possiamo ottenere semplicemente restando “online”. 

A cura di:

Michela Castaldi (matricola 0312202270)

Giovanni Salvatore (matricola 0312202262)

Fonti:

https://www.linkedin.com/posts/vargroup-spa_emergenza-coronavirus-boom-di-richieste-activity-6645632281551736832-UTUA

https://www.linkedin.com/posts/agenzia-italia-digitale_smartworking-elearning-solidarietaeqdigitale-activity-6646820046934945792-zkV5

https://www.linkedin.com/posts/connexia_solidariet%C3%A0-e-agenzie-il-caso-connexia-activity-6646330429593006080-8-DH

https://www.linkedin.com/posts/eni_weareeni-smartworking-smartpeople-activity-6646816868134899712-Vu72

https://www.linkedin.com/posts/agenzia-italia-digitale_coronavirus-solidarietaeqdigitale-agid-activity-6641297671350951936-bjCu

https://www.linkedin.com/posts/ministeroinnovazione_il-nostro-scopo-%C3%A8-utilizzare-la-tecnologia-activity-6643183512025464832-6sQz

https://www.linkedin.com/posts/mondadori_smartworking-iorestoacasa-fermiamoloinsieme-activity-6643215106366812160-HTRD