Diario di bordo quarantena da COVID-19.

9/03/2020

L’Italia aveva preso sottogamba ciò che stava per avvenire. L’ otto Marzo 2020 arrivò la notizia che tutta l’Italia dovesse restare chiusa ognuno nelle proprie abitazioni, e così ebbe inizio l’interminabile quarantena , dovuta alla devastante pandemia denominata “COVID-19”. Il primo decreto venne stanziato dal presidente del consiglio lo stesso giorno. Ci sono state varie fasi di quarantena e con esse vari prolungamenti. Inizialmente questo virus aveva colpito soltanto il nord Italia,ma quando cominciò ad aumentare a dismisura sia il numero dei morti che dei contagiati il governo decise di adottare varie misure precauzionali, dal quale vennero stanziati vari decreti.Inizialmente ero anche favorevole a queste restrizioni, poiché la cosa migliore da fare sia per me che per gli altri era uscire soltanto in casi di necessità o emergenza, e poi potevo recuperare un po’di serie tv, o leggere libri acquistati ma mai aperti, lasciati sulla scrivania in quanto prima avevo poco tempo per leggerli, insomma prendermi del tempo per me. Quest’ottimismo andò a scemare giorno dopo giorno, ascoltando le orribili notizie al telegiornale o guardando terribili immagini di migliaia di bare,che venivano trasportate in alcuni parcheggi al coperto poiché negli obitori degli ospedali non c’era più spazio. Tutto ciò sembrava surreale, sembrava di vivere un film fantascientifico che parlasse di una terribile apocalisse.

Continua a leggere “Diario di bordo quarantena da COVID-19.”