#LOSTUDIONONSIFERMA, come la didattica affronta il virus

Misura conseguente e necessaria allo scoppio della pandemia di Covid-19 è stata la chiusura repentina di scuole ed università, mettendo così a dura prova il mondo dell’istruzione. Il governo prontamente ha deciso di intervenire per far sì che tutti gli studenti italiani continuassero a portare avanti i propri studi e proseguissero nello svolgimento delle lezioni in maniera ottimale e dopo alcuni giorni di assestamento, in cui sono stati decisi i metodi di insegnamento, docenti ed alunni sono stati catapultati in un nuovo mondo on-line, dal momento che la nota MIUR dell’8 Marzo 2020 ha disposto a tutti i professori di attivare la didattica a distanza per tutelare il diritto all’istruzione. Sono state installate su computer, tablet e smartphone diverse piattaforme con le quali poter sostituire le classiche lezioni ed attività frontali, non solo nel mondo dell’insegnamento

anche in varie discipline ed arti come la danza, la musica, la ginnastica:

Sin dall’inizio la didattica online ha dato vita a correnti di pensiero differenti: chi contro e chi favorevole a questo nuovo modo di “fare scuola”. Adoperarsi con il più grande e all’avanguardia mezzo di comunicazione a disposizione, internet, per consentire a grandi e piccoli di continuare ad apprendere e lavorare, è stata una scelta saggia, ma che in molti, da sempre dubbiosi e scettici al riguardo, non hanno apprezzato, poiché credono che il seguire spiegazioni da casa sia controproducente, porti i giovani a distrarsi o a saltare completamente la lezione, che in molti casi non è opzionale, e così si calcolano classi dimezzate, assenze causate da sveglie non squillate e tentativi di sabotaggio dei meeting nella speranza di tornare ad oziare.

Tuttavia non mancano commenti positivi ed incoraggianti: sul social network Instagram, infatti, l’11 Marzo una professoressa scrive:

“Didattica a distanza è, innanzitutto, passare al telefono un’infinità di ore con i colleghi. Confrontarsi, mostrare loro strumenti nuovi, discutere e poi trovare alleati, tanti. E’ creare la propria emoji da inserire qua e là tra i materiali per gli alunni, così sanno che li stai osservando. E’ sorprendersi a ricevere per vie traverse messaggi dei tuoi studenti, proprio quelli che in classe stanno meno attenti o fanno i compiti di rado. E’ creare un’infinità di materiale che sia ricco e coinvolgente, per poi scoprire che non potrai inviarlo, né potrai interagire con i tuoi studenti. E’ passare dalla rabbia al furore , per poi saltellare per la casa quando scopri che si’, da lunedì puoi parlare con i tuoi ragazzi e le tue ragazze: parlerai della quotidianità, prima di tutto, e poi ribadirai loro che sono dei piccoli eroi e delle piccole eroine. L’unica cosa che dà valore al mio lavoro, in fondo lo sapete, siete voi.”

Ancora: Maria Sansone, insegnante presso una scuola superiore di secondo grado nella provincia di Salerno, per coinvolgere i suoi studenti e trasmettere telematicamente al vasto pubblico sui social briciole di cultura, che non stancano ed annoiano mai, in occasione del cosiddetto “Dantedì”, giorno della celebrazione di Dante Alighieri, esorta i suoi alunni a recitare versi della “Divina Commedia” e commenta:                                                                                                                    

“Dantedì 2020. Certo, ce l’eravamo immaginato diverso. Magari tutti in piedi, tra i banchi, a leggere in coro. Io che dico ‘Dai, ragazzi, per favore!’ e loro che non perdono occasione per fare chiasso. Invece abbiamo condiviso il silenzio, quasi surreale, delle loro case, e ci siamo uniti virtualmente in un abbraccio. Celebriamo il Sommo, oggi, con una lettura di 14 versi sparsi del primo canto dell’inferno. Grazie  chi mi ha detto sì, a chi ha tolto la tuta, si è aggiustato i capelli e si è seduto davnati allo schermo del suo telefono. E grazie pure a che mi ha detto no, a chi mi ha messo davanti alla sua inadeguatezza, ad uno stato d’animo particolare, al senso del ridicolo, o anche semplicemente al disinteresse. E’ proprio grazie ai vostri no, cari ragazzi, che noi diventiamo docenti migliori. La scuola siamo tutti. Non uno di meno!”

Non sono mancati e non mancheranno, tra un click ed un altro, momenti piacevoli, forse i più attesi dagli studenti, come interrogazioni o esami universitari superati brillantemente, sedute di laurea e proclamazioni di nuovi dottori celebrate in casa con i parenti più stretti, lontani purtroppo da altri affetti e bicchieri con cui brindare alla fine di un lungo percorso ed all’inizio di un altro.  

Futuro incerto è riservato a coloro che devono sostenere l’esame di maturità, in quanto mutevoli sono le direttive su come svolgere le prove e i colloqui. Il 5 aprile la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, ospite al programma  “Che tempo che fa” in onda su rai1, ha chiarito che, qualora non si dovesse tornare a scuola, gli esami saranno con un’unica prova orale.

A distanza di un mese, però si sta pianificando la riapertura delle sedi scolastiche, nel rispetto delle misure di sicurezza istituzionali illustrate e conosciute, per poter svolgere gli esami in presenza… sarà questa la decisione definitiva e soprattutto la più sicura in un momento di emergenza sanitaria come questo che stiamo vivendo? Non ci resta che attendere nuove disposizioni, nella speranza di tornare quanto prima ed in ogni campo alla normalità.

Davide Guzzo

Rosa Manganiello

Julia Miranda

Antonietta Monticelli

Alessia Napoli

Antonio Pagano

Tanya Salvati

Link consultati:

  1. https://www.instagram.com/p/B-JYClZILJD/?utm_source=ig_web_copy_link
  2. https://www.instagram.com/p/B97IchBFJfE/?utm_source=ig_web_copy_link
  3. https://www.instagram.com/p/B_O0uspoJWo/?utm_source=ig_web_copy_link
  4. https://www.instagram.com/p/B-r0j4VIIs7/?utm_source=ig_web_copy_link
  5. https://www.instagram.com/p/B-Jndb3IJBd/?utm_source=ig_web_copy_link
  6. https://www.instagram.com/p/B-6mZgEIOGZ/?utm_source=ig_web_copy_link
  7. https://www.instagram.com/p/B-PkQHshu9w/?utm_source=ig_web_copy_link
  8. https://www.instagram.com/p/B-hL1iLAdr2/?utm_source=ig_web_copy_link
  9. https://www.instagram.com/p/B9mhZ3qI-yE/?utm_source=ig_web_copy_link
  10. https://www.instagram.com/p/B-JYClZILJD/?utm_source=ig_web_copy_link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...