L’arte bene comune per società resilienti

L’influenza di questo periodo storico non poteva non riversarsi sull’arte. L’arte in tutte le sue forme, da sempre, assimila e racconta crisi di pensiero, culturali e storiche. Stiamo vivendo una crisi globale senza precedenti, migliaia di persone hanno perso la vita e milioni sono confinati nelle loro case.

I lavoratori dei settori essenziali come l’agroalimentare, i medici, gli infermieri, i farmacisti e le forze dell’ordine sono impegnati in prima linea per mantenerci al sicuro e in salute. Allo stesso tempo anche i sistemi sanitari dei paesi più sviluppati sono allo stremo sotto la pressione della pandemia. Le conseguenze economiche, sociali e psicologiche del coronavirus si faranno sentire per molto tempo dopo che l’emergenza sanitaria sarà rientrata. In questi tempi difficili l’arte è una boccata d’ossigeno, dona sollievo. Artisti famosi usano i social media per trasmettere la loro arte gratuitamente per tutti gli utenti, diffondono messaggi positivi e informazioni importanti come la necessità di mantenere le distanze di sicurezza e di lavarsi le mani. Le opere di Shusaku Takaoka (1) e Steffen Kraft (2) sono un esempio:

In un momento in cui siamo fisicamente costretti a restare separati, l’arte riduce le distanze e ci mantiene connessi. Sono tanti i messaggi di forza e speranza che vengono lanciati dagli artisti di tutto il mondo: (3)

Gli italiani stanno manifestando la loro unione attraverso appuntamenti sui balconi, i quali sono a tutti gli effetti un momento di ritrovo, di gioia e di goliardia a cui si unisce sempre più gente. Mauro Biani (4) e Pascal Campion (5) (6) illustrano a loro modo questo momento:

Anche la StreetArt cambia ai tempi del coronavirus. (7) “San Gennà pienzace tu” scrivono i napoletani accanto allo scatto del graffito di San Gennaro in Via Carducci a Napoli.

Jorit, artista italiano, specializzato in arte da strada, attivo principalmente a Napoli, ha realizzato un meraviglioso ritratto del medico e ricercatore Paolo Antonio Ascierto (oncologo dell’Istituto Pascale di Napoli) il quale ha individuato una cura sperimentale per il covid-19. (8)

SkyTg24 ci riporta uno scatto toccante: (9)

“Ad Hamm, in #Germania occidentale, un bambino osserva l’omaggio dell’artista Kai “Uzey” Wohlgemuth a chi è in prima linea per fronteggiare l’emergenza #coronavirus: un’infermiera con la mascherina è ritratta nei panni di una Superwoman

Tg1 ci riporta, invece, una serie di murales realizzati nel mondo ai tempi del coronavirus: (10)

Lo street artist TvBoy ha rivisitato in chiave Covid-19 “Il bacio” di Hayez, illustrando i due celebri amanti provvisti di mascherine e Amuchina. (11)

Come la street art, anche l’arte classica cambia volto. Sui social abbiamo modo di vedere i quadri più famosi adattati al tempo che stiamo vivendo. Il ministero della cultura ucraino, ad esempio, ha pensato di utilizzare le opere d’arte per diffondere alcune semplici raccomandazioni per contenere il contagio. (12)

Due delle donne più famose del mondo vengono raffigurante con “l’accessorio” più in voga
in questo momento: (13) (14)

Le opere di Edgar Degas, Claude Monet, Edvard Munch, Edward Hopper e Francesco Hayez, sono private delle figure umane protagoniste, diventando così il simbolo delle attuali città e campagne deserte di una Italia mai vista prima, il cui senso di responsabilità della popolazione è sollecitato dalla provocazione artistica di tanti creativi, che ai propri followers sembrano dire: “anche i protagonisti dei quadri più famosi restano a casa”. Possiamo definire tale fenomeno una rivisitazione dal riso amaro. David Bokeh è uno degli artisti digitali più famoso per la creazione di questo tipo di opere. L’UNESCO ha ripreso una sua opera scrivendo: (15) “To fight #COVID19, there’s ONE thing we all can do: #StayAtHome and #ShareCoulture

Come ben sappiamo, il web continua ad alleviare questo terribile momento con meme e video ironici. È il caso del video realizzato dalla Compagnia Retropalco: ancora una volta vediamo i grandi classici adattati a questo periodo storico, in particolare, alla quarantena. (16) Altri simpatici meme sono stati realizzati da Marketing Sniper: (17)

A fare ironia ispirandosi all’arte classica è ancora il Getty Museum di Los Angeles; quest’ultimo ha proposto “Un isolamento ad arte” invitando tutti a stimolare la propria vena artistica. Come? Ha chiesto di ricreare le opere famose improvvisando con gli oggetti che ognuno ha a disposizione in casa. I migliori lavori vengono condivisi dal museo di Los Angeles sui social. (18)

In Italia è stata ripresa una campagna storica del MiBACT (Ministero per la tutela del patrimonio culturale italiano e il turismo), simile a quella del Getty Museum. La campagna in questione è intitolata “L’arte ti somiglia”, l’invito è quello di scovare somiglianze tra le opere delle collezioni d’arte italiane (persone, ambienti della propria casa e magari gli amici a quattro zampe) per condividerle sui social usando l’hashtag #lartetisomiglia. (19)

Il MiBACT ha accompagnato la campagna social “L’arte ti somiglia” a tante iniziative digitali per viaggiare nel patrimonio culturale italiano.

Anche se i musei e i luoghi della cultura sono chiusi al pubblico, il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo propone Virtual tour e palinsesti video su YouTube, consentendo di visitare online i luoghi della cultura, dalle pagine e dai profili social di musei, archivi e biblioteche. Tanti percorsi digitali che danno vita a un vero e proprio “Gran virtual tour” della bellezza italiana, molti dei quali realizzati grazie alla collaborazione pluriennale tra il MiBACT e Google Arts Culture. Soltanto un assaggio della bellezza italiana che tornerà interamente visitabile dal vivo. (24)

Il MiBACT ha promosso ancora un altro grande evento digitale su Instagram. Con gli hashtag #artyouready e #granvirtualtour le comunità igers, gli influencer, ma anche tutti i fotografi professionisti o amatoriali e, naturalmente i visitatori di tutte le generazioni, sono stati invitati a pubblicare le foto realizzate all’interno di musei, parchi archeologici, biblioteche e archivi d’Italia, dando preferenza a quelle prive di persone. Un vero e proprio flashmob fotografico che ha portato alla pubblicazione di foto bellissime magari ripescate nella galleria del proprio smartphone, o sfogliando album fotografici di tanti anni fa. Un modo per raccogliere e condividere sul web la bellezza e l’unicità del patrimonio culturale italiano e mostrarla al mondo intero. E per ricordare che il patrimonio culturale, sebbene momentaneamente chiuso al pubblico, è vivo e rappresenta l’anima pulsante della nostra identità.

Antonietta Monticelli
Rosa Manganiello
Julia Miranda
Antonio Pagano
Davide Guzzo
Alessia Napoli
Tanya Salvati

INDICE LINK:
1) https://www.instagram.com/p/B9nyItnJ4ng/
2) https://www.instagram.com/p/B-pWNvoopM_/
3) https://www.instagram.com/p/B9z4CZFoeoa/?igshid=1r4crukcxk6xf
4) https://www.instagram.com/p/B9woOhWovIy/
5) https://www.instagram.com/p/B9wzvCXjeWD/
6) https://www.instagram.com/p/B-AdgYfD32N/
7) https://www.instagram.com/p/B-Y8jM-l9vl/?utm_source=ig_web_copy_link&fbclid=IwAR3uIm4kvllxxHynXqG1sprLoYsRGWQHZBahV2EODAWJ2JeFax5bbQ36uFM
8) https://www.instagram.com/p/B-XcVqaCIrn/
9) https://www.instagram.com/p/B-zR3R3nv9T/?igshid=2svpsxwnv80b
10) https://www.instagram.com/p/B-0A_hGKWfU/?igshid=13i5r3e9f8n3p
11) https://www.instagram.com/p/B9nIwGMgaJ_/
12) https://www.instagram.com/p/B-y9xckFVMa/?igshid=1hej1vr3wbcey
13) https://www.instagram.com/p/B8Q1y00oBfB/?igshid=1ipi9tkhgoiu3
14) https://www.instagram.com/p/B-myyqiA-L7/?igshid=v38ytvj98do0
15) https://www.instagram.com/p/B-5B_OCBELt/
16) https://www.instagram.com/p/B-4F1f9JUOV/
17) https://www.instagram.com/p/B-4AenSltGT/?igshid=1sucwgbqb53oo
18) https://www.instagram.com/p/B-Kcv77HdTA/?igshid=yum7vpyylatg
19) https://www.instagram.com/p/B-2AKUjIqm2/
20) https://www.instagram.com/p/B-1kXY5IdC7/
21) https://www.instagram.com/p/B-9NweGIvme/
22) https://www.instagram.com/p/B-7JFrKIiXd/
23) https://www.instagram.com/p/B-6prUhIQ6o/
24) https://www.instagram.com/p/B-jeciuohvy/
25) https://www.instagram.com/p/B-lwqgtIFTk/
26) https://www.instagram.com/p/B-VN6w1CmEA/?igshid=nga4a5gyqygm
27) https://www.instagram.com/p/B-cv4JTKTyd/?igshid=xgw0ot2v5sqz
28) https://www.instagram.com/p/B-9uywMh9fu/?utm_source=ig_web_copy_link
29) https://www.instagram.com/p/B-4F4HeiELB/?utm_source=ig_web_copy_link
30) https://www.instagram.com/p/B-6kax4Bq9D/?utm_source=ig_web_copy_link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...