CORONAVIRUS, MAFIA: IL VIRUS NON E’ L’UNICO AVVERSARIO DA SCONFIGGERE

Oltre al nemico invisibile che sta mettendo in ginocchio un’intera nazione, il coronavirus, esiste purtroppo da molti anni un acerrimo nemico che va contrastato a pugno duro, soprattutto in questo momento storico, proprio come ci hanno insegnato i magistrati Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, il giornalista Peppino Impastato, il celeberrimo Joe Petrosino e tutte le altre personalità che hanno fatto della propria vita una continua lotta alla mafia.

Proprio durante questo periodo di grave crisi sociale, sanitaria ma soprattutto economica, la mafia potrebbe risultarne addirittura avvantaggiata.
Innanzitutto, ormai risaputo da tutti, i clan posseggono un’elevata disponibilità di “moneta legale”, e ovviamente così come successo durante il secondo Dopoguerra italiano (dove addirittura i mafiosi erano a stretto contatto con i capi politici della European Recovery Program), la quale potrebbe essere utilizzata per la ricostruzione, in ogni settore, una volta finita l’emergenza Covid19.

Uno dei primi a lanciare l’allarme è il consulente della commissione antimafia Roberto Tartaglia: “L’economia legale rischia di essere infettata ancora di più dalle mafie”, continua affermando: “Mafie possano aumentare il proprio business in questa situazione di emergenza”.


Ancora una volta a subirne le conseguenze potrebbero essere le regioni meridionali, macchiate dall’irriprovevole scia di N’drangheta, Camorra e Mafia siciliana. In queste aree, a seguito del contagio di coronavirus, il livello di povertà rischia di espandersi a vista d’occhio e crescono a dismisura le famiglie o gli imprenditori a vedersi costretti ad escamotage affinchè riescano a risollevare la propria economia personale.
“C’è il serio rischio che le mafie possano aumentare il proprio business in questa situazione di emergenza: penso all’offerta che hanno dato in alcuni territori alle famiglie in difficoltà, ma anche ai settori economici funzionanti come quello ortofrutticolo, della grande distribuzione agroalimentare o dei rifiuti speciali, in cui investono e che sono ora ancora più strategici. Con la Dia e la Guardia di finanza stiamo monitorando la situazione ed effettuando degli approfondimenti”, ecco quanto afferma il Procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho.

Un altro grido di rabbia arriva dal sindaco di Petrosino, un piccolo comune di Trapani, dove Giancaleone afferma che il CoronaVirus aggrava l’emergenza povertà delle classi meno abbienti e inoltre tiene a sottolineare l’emergenza che vivono i lavoratori non regolarizzati da contratto come previsto dalle legge nazionali.



Non poteva mancare il commento di Nicola Gratteri, il procuratore diventato famoso per la guida  di una mega-operazione, denominata “Rinascita Scott” , che smantella le cosche di ‘ndrangheta del Vibonese e permette l’arresto di 334 persone e 416 indagati, rilasciata a La7.

“Il consenso delle mafie aumenta con l’emergenza sanitaria in atto e non ha problemi di erogare elemosina. Vista la paralisi in ogni settore economico, le mafia va studiata secondo due punti di vista: il rapporto che essa può avere con i lavoratori sottopagati, lavoratori in nero i quali potrebbero beneficiare del “regalo” dei capomafia, per una cifra che si aggira intorno ai 300-400€ e d’altro canto sussiste il problema del riciclaggio e dell’usura, dove addirittura l’usuraio mafioso potrebbe garantire interessi più bassi di quelle delle banche”, il procuratore continua e cercare di far aprire gli occhi a tutti gli imprenditori: “L’obiettivo dell’usuraio mafioso non è quello di arricchirsi tramite l’usura ma di rilevare l’attivita commerciare per riciclare il denaro sporco proveniente ad esempio dallo spaccio di cocaina.”

Purtroppo c’è chi addirittura riesce a scherzare su temi così delicati:

Dunque lo stato Italiano è chiamato ad un lavoro importantissimo, non solo nei confronti dell’epidemia in atto ma anche per contrastare ancora una volta, con ogni mezzo necessario, la malavita organizzata.

Gerardo Gallo

https://www.facebook.com/search/top/?q=mafia%20coronavirus

https://www.facebook.com/roberto.tartaglia.71

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...